Frantoio Arturo Archibusacci
Frantoio Archibusacci Giovanni e Figli Srl
  • Italiano
  • English

I NOSTRI OLI



Accesso utente

Carrello

View your shopping cart.
share

Tel. 0761/437202 - Fax 0761/437832

info@frantoioarturoarchibusacci.it
www.frantoioarturoarchibusacci.it



Condividi e seguici sui Social Network

   

Rispettiamo l'Ambiente e la Natura, riponiamo sempre gli imballaggi usati quali:
Vetro, Lattine, Cartoni e Plastica nei cassonetti dedicati, in modo tale da poterli reciclare.
Così facendo si combatte l'inquinamento ed i nostri figli ci ringrazieranno così come l'ambiente.

 

Tracciabilità e conservazione dell'Olio

La certezza di portare in tavola un prodotto genuino e sicuro come il "puro D.O.P. Canino" certificato e riconoscibile.


Ogni confezione di olio extravergine d'oliva Canino DOP è ben riconoscibile dal contrassegno riposto sul collo della bottiglia o nel fianco in basso della lattina in cui è riportato il codice alfanumerico progressivo che consente di ricostruire l'intera filiera del prodotto, dalla consegna delle olive alla frangitura e certificazione per finire all'imbottigliamento, offrendo così la massima trasparenza e sicurezza di ciò che si acquista.

Chi cerca l'autentico olio DOP CANINO non può sbagliare.


Seganlandoci il codice alfanumerico riportato sul bollino di ogni confezione, Vi saranno inviate tutte le notizie richieste, potrete conoscere: il nominativo dei produttori che coltivano quelle olive da cui è stato ottenuto l'olio acquistato, il periodo della coglitura, quello della frangitura e dell'imbottigliamento compreso il relativo certificato di analisi rilasciato dall'Ente di controllo.


Tali notizie sulla tracciabilità del prodotto le potrete avere anche su gli altri oli da noi prodotti, quali il 100% ITALIANO ed il BIOLOGICO, segnalandoci in questi casi il Lotto e la Scadenza riportati su ogni confezione.

Questo è metodo più sicuro per avere la certezza di acquistare un prodotto unico per origine e tipicità, ricco dei profumi e dei sapori che contraddistinguono un vero "CANINO".

 

“ Conservazione ottimale dell’olio”

L’olio extra vergine di oliva è un prodotto vivo e non stabile le cui qualità variano con il passare del tempo.
Nel momento dell’imbottigliamento viene data una scadenza al prodotto, preceduta, dalla dicitura ”da consumarsi preferibilmente entro il.………”. La scadenza può variare tra i 12 ed i 18 mesi, a seconda  di quanto tempo è trascorso dalla produzione.

Oltre alla scadenza vengono inseriti altri dati  informativi per il consumatore, quali l’anno di raccolta ed il lotto di produzione (questo ultimo non è altro che il giorno, il mese e l’ anno in cui viene confezionato ), utile per la tracciabilità del prodotto stesso.

L’ esempio sotto riportato può chiarire meglio il concetto:
Produzione: 2013/2014……(si riferisce all’anno di produzione)
Lotto :L.14067………. ( si riferisce all’anno ed al giorno in cui è stato confezionato l’olio)nella fattispecie è stato confezionato nell’anno 2014 il giorno 8 marzo, le prime due cifre del numero, non sono altro che le ultime due dell’anno di riferimento(2014),gli altri tre numeri( 067 )  sono  il giorno in sequenza dell’anno,partendo dal primo gennaio in poi; questa lettura è chiamata giorno del calendario Giuliano, nel nostro caso corrisponde all’8 marzo.
Scadenza:30/09/2015……….( si riferisce al termine ultimo consigliato per consumare il prodotto).

L’olio se conservato in condizioni ideali può  essere più stabile e preservare più a lungo le sue caratteristiche chimiche e organolettiche (profumi,sapori,odori ecc.) molto simili a quelle che aveva nel momento della produzione. Se ben mantenuto in contenitori non aperti, potrà essere consumato anche oltre la scadenza consigliata.

I principali nemici dell’olio sono: Luce, Temperatura e Ossigeno.

Pertanto le buone regole per la sua conservazione sono:

1-Proteggere l’olio dalla luce
E’ importante che l’olio sia conservato in contenitori che lo proteggano dai raggi solari e da altre fonti di luce. Durante lo stoccaggio in frantoio il problema della luce non si pone se il prodotto viene conservato in cisterne di acciaio inox,come  nel nostro caso,dove tutti i recipienti hanno questa caratteristica.
Il problema  nasce  nei negozi ma anche all’interno delle abitazioni delle famiglie,il consumatore finale per intenderci.
Il produttore attento oggi  tende a confezionare l’olio in bottiglia dal vetro scuro, in lattina o” bag in box”, tutti imballaggi protettivi nei confronti della luce.Il consumatore deve prendere  tutte quelle precauzioni utili per evitare che le confezioni di olio rimangano esposte a lungo sotto tale fonte. E’importantissimo evitare tale esposizione,il prodotto ne verrebbe deteriorato  irrimediabilmente solo dopo alcuni giorni; va quindi conservato al buio.

2-Tenere l’olio ad una  temperatura ambiente intorno ai 15/18 °C
E’ necessario evitare temperature troppo basse alle quali l’olio gelerebbe ( l’olio gela ad una temperatura  tra 7/ 9 °C ). E’ bene  informare il consumatore che al di sotto dei 10 °C è possibile che si formino dei depositi e delle particelle in sospensione di colore biancastro.
Questo fenomeno che può allertare il consumatore è in realtà un fenomeno naturale di cristallizzazione dell’olio a causa delle basse temperature e coinvolge dapprima  i grassi saturi e le particelle in sospensione per poi estendersi a tutta la massa di olio con l’abbassarsi  ulteriore delle temperature.
Sarà sufficiente riportare l’olio in locali dove la temperatura ideale sia intorno ai 15/18°C perché questo riacquisti la sua limpidezza.
E’altresì importante evitare temperature troppo alte che ne provocherebbero il riscaldamento.

3-Evitare il contatto con l’ossigeno
Occorre tenere i contenitori di stoccaggio( bottiglie/lattine/bag in box) ben chiusi ed evitare che questi trattengano ossigeno al loro interno ,ottimale a tale soluzione per uso familiare è il contenitore bag in box.

4- Negli oli”grezzi”, quelli non filtrati, è importante ridurre al minimo il contatto con l’acqua e con i sedimenti solidi.

A tal fine è molto importante, quando si tratta di oli non filtrati come il nostro “Affiorato”, separare l’olio da eventuali residui e particelle di acqua (chiamate tecnicamente morchie) che nel tempo possono formarsi ed interferiscono negativamente con l’olio. Questa separazione tra olio e sedimenti avviene in maniera naturale attraverso la decantazione ,ossia lasciando a riposo l’olio.Quando ,versando l’olio, noterete questi sedimenti, per la buona conservazione dovrete  travasare l’olio in nuovi contenitori  puliti e riutilizzarlo senza alcun problema.
Questi piccoli inconvenienti  possono avvenire solo ed esclusivamente quando si acquista dell’olio “grezzo” o “non filtrato
Nel caso della nostra azienda ad eccezione dell’olio “Affiorato”, tutti gli altri  oli nelle varie tipologie sono filtrati per  semplice caduta, con cotone idrofilo di primissima qualità,senza alcuna pressione se non quella del peso  stesso dell’olio.

 

 



 

 

“DAL PRODUTTORE AL CONSUMATORE”
Il nostro olio direttamente a casa vostra!

Spedizioni in tutta Italia e nel Mondo

 

Realizzato da Logomatica